Aree e Progetti di Ricerca

 

 

L’attività dell’Istituto è caratterizzata inoltre da una serie di iniziative di formazione e di aggiornamento, che certamente possono incontrare l’interesse di tutti, ma è anche supportata da un fecondo lavoro di ricerca. Tale lavoro si esprime nell’Area di Ricerca SEFIR dedicata ai rapporti scienza/fede e nei Progetti di Ricerca interfacoltà "Spiritualità della Riforma" e "Fides et Ratio: la sinfonia tra fede e ragione vent'anni dopo". Nel passato in tal senso è stata operativa per oltre un decennio l’Area di Ricerca TFS sui rapporti tra teologia, filosofia e scienze umane e si sono susseguiti i progetti “Le radici teologiche del Concilio Vaticano II", attuato in collaborazione con un gruppo di docenti della Facoltà di Lettere e Filosofia di Tor Vergata (Roma 2), e "Il contributo delle neuroscienze e delle tecnologi informatiche all'antropologia di ispirazione cristiana". Tali iniziative sono state e sono rese possibili grazie al fondamentale sostegno del Servizio Nazionale per il Progetto Culturale della Conferenza Episcopale Italiana e del Servizio nazionale per gli studi superiori di Teologia e di Scienze umane, ai quali va tutta la gratitudine dell’Istituto.

 

07/09/2017 torna su

 

 

 
 
Introduzione
Nella cornice delle finalità istituzionali dell'Ecclesia Mater, ed in continuità con l'esperienza - conclusasi positivamente il 28 febbraio 2003 - dell'analoga area di ricerca internazionale della Pontificia Università Lateranense, è istituita presso l'Istituto l'Area di Ricerca "Scienza e Fede sull'Interpretazione del Reale" (d'ora in poi: SEFIR).
In conformità con quanto previsto dall'art. 2, comma 2, dello Statuto dell'Ecclesia Mater, compito specifico dell'Area di Ricerca SEFIR è sviluppare la ricerca scientifica in relazione alle problematiche connesse al rapporto tra scienza e fede, in materia d'interpretazione del reale.
Nello sforzo di perseguire questa finalità, l'Area SEFIR promuove ogni opportuna iniziativa, in collaborazione con il Progetto Culturale della Conferenza Episcopale Italiana e senza trascurare la condivisione dei risultati della ricerca intellettuale con una platea la più ampia possibile.
In particolare, l'Area SEFIR favorisce con proposte mirate la formazione di giovani studiosi.
L'attività dell'Area SEFIR è diretta e coordinata dal Comitato Direttivo, costituito da un Direttore, che ne è il responsabile, da un Segretario Esecutivo e da cinque studiosi di provata competenza. Essi sono designati dal Cardinale Vicario Generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma e Gran Cancelliere della Pontificia Università Lateranense.
Attualmente il Direttore è il Prof. Giandomenico Boffi, il Segretario Esecutivo è il Prof. Gennaro Cicchese, i cinque studiosi sono i Proff. Pietro Coda, Roberto Presilla, Sergio Rondinara, Antonio Sabetta e Giuseppe Tanzella Nitti.
 

Obiettivi

In continuità con l’esperienza passata, l’Area di Ricerca SEFIR perseguirà due obiettivi:
a) essere un sempre più ampio luogo d’incontro e di dialogo, rigoroso e libero, tra cultori di diverse discipline che, senza abdicare all’autonomia delle medesime, sono però al tempo stesso aperti al contributo che può venire dalle altre branche e consapevoli dell’orizzonte comune di riferimento alla realtà e di ricerca della verità, entro il quale tutte si collocano;
b) mettere a tema sempre meglio le specifiche istanze epistemo­logiche ed ontologiche emergenti da quelle scienze – matematiche, informatiche, fisiche, biologiche – che già negli anni scorsi sono state sollecitate ad un dialogo con la filosofia e la teologia. Ciò anche nella consapevolezza che la mancanza di un plausibile ed integrato orizzonte veritativo non può non avere decisive conseguenze sul piano etico ed esistenziale, nella Chiesa e nella società.
Allo scopo di perseguire l’obiettivo a), saranno ulteriormente potenziate le interazioni con gli ambienti scientifici delle università non ecclesiastiche e le sinergie con altre realtà culturali esistenti, anche non cattoliche: SEFIR è ormai diventata una vasta rete di contatti, formali ed informali, attiva dietro molte iniziative.
Sempre in relazione all’obiettivo a) è poi da ricordare il collocamento delle pubblicazioni SEFIR presso l’editrice Città Nuova, che ha individuato in esse la propria collana di riferimento sul rapporto tra scienze e teologia.
Infine, ma non ultimo per importanza, si proseguirà nel tentativo di coltivare un vivaio di giovani, ad esempio con scuole di formazione e ricerca, anche con iniziative decentrate sul territorio nazionale. Si prevede di individuare forme di finanziamento per affiancare giovani studiosi a ricercatori maturi, affinchè vengano condotte indagini originali su temi d’interesse per l’area di ricerca.
Allo scopo di perseguire l’obiettivo b), si progetta di approfon­dire alcune tematiche di taglio antropologico.
L’attuale consapevolezza dei limiti dei sistemi formali e della ineluttabilità di scelte fondative nelle scienze, a fronte di una spettacolare efficacia dell’intervento tecnologico, rimanda ad un nuovo sforzo di comprensione di ciò che è naturale per l’uomo, anche in relazione alle differenze tra l’uomo e gli altri animali e tra l’uomo e le macchine. Tutte questioni che hanno grande risonanza nella comunità ecclesiale e nella società, come mostrano ad esempio il cinema e la letteratura.
Sempre in relazione all’obiettivo b) continuerà l’attività del gruppo di studio pluriennale sul tema Parole della scienza. Il compito del gruppo, costituito stabilmente da una ventina tra scienziati, filosofi e teologi, è quello di riflettere sui diversi usi e significati di certi vocaboli comuni tanto nel discorso scientifico, quanto in quello filosofico e teologico. Negli anni scorsi i frutti di Parole della scienza sono stati condivisi con il pubblico per tramite di alcuni fascicoli monografici della rivista Nuova Civiltà delle Macchine di Eri-Rai. Adesso sono condivisi mediante una collana di e-book presso Città Nuova.
le  
Un altro gruppo di studio, recentemente avviato sul tema Scienza, fede e fantastico, si occupa di indagare sul rapporto di scienze, filosofia e teologia con la fantascienza, il genere fantasy, etc.
 
Si presume che, come avvenuto in passato, possano aggiungersi a quanto sopra ulteriori momenti di studio e condivisione suggeriti dalle circostanze, non solo in ambito italiano, ma anche internazionale ed ecumenico.
 
 
 
Come contattare l'area SEFIR
Posta cartacea: SEFIR
                        Ecclesia Mater
                        Piazza S. Giovanni in Laterano, 4
                        00184   Roma
Posta elettronica: SEFIRArea@gmail.com
                           sefir@vicariatusurbis.org

 

 
 

Iniziative degli ultimi anni

 

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale della CEI per il Progetto Culturale e sostenuto dai fondi dell'8xmille alla Chiesa cattolica, organizza una Scuola di formazione e ricerca su "L'interazione naturale-artificiale negli ambiti scientifico-tecnico e speculativo", d'intesa con la Diocesi di Perugia, dal 25 al 28 ottobre 2017 (Perugia - Centro Congressi dell'Hotel Giò). Il Bando e il Modulo di partecipazione.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale della CEI per il Progetto Culturale e sostenuto dai fondi dell'8xmille alla Chiesa cattolica, ha organizzato un "Incontro di approfondimento sui temi della Scuola SEFIR 2016 di Perugia", a Segrate (MI) il 17-18 giugno 2017. Il Programma.

SEFIR, in collaborazione con il Bibliocaffè letterario, Via Ostiense 95, Roma, ha ivi organizzato un ciclo di "Incontri di riflessione su uomini, animali e macchine", il 12 e il 19 aprile, il 3, 17 e 31 maggio 2017. Il Programma.

Rassegna stampa: NEWS.VA - 15 giugno 2017, SEFIR

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale della CEI per il Progetto Culturale e sostenuto dai fondi dell'8xmille alla Chiesa cattolica, ha organizzato un convegno di studio sul tema "Si può vivere senza scienza?", a Roma, presso l'Auditorium Antonianum, dal 2 al 4 marzo 2017. Il Programma.

Rassegna stampa: Rete Sicomoro - 25 febbraio 2017, SEFIR; Il Sussidiario.net - 1 marco 2017, SEFIR; Avvenire, Agorà - 2 marzo 2017, SEFIR; Settimananews.it - 29 marzo 2017, SEFIR

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale della CEI per il Progetto Culturale e sostenuto dai fondi dell'8xmille alla Chiesa cattolica, ha organizzato una Scuola di formazione e ricerca su "Dinamiche della creatività negli ambiti scientifico-tecnico, speculativo e artistico", d'intesa con la Diocesi di Perugia, dal 9 al 12 novembre 2016 (Perugia - Centro Congressi dell'Hotel Giò). Il Bando e il Modulo di partecipazione.

Il gruppo Parole della scienza di SEFIR, in collaborazione con il Servizio nazionale della CEI per il Progetto Culturale e sostenuto dai fondi dell'8xmille alla Chiesa cattolica, ha organizzato un dibattito pubblico sul tema "Memoria e previsione negli animali non umani", a Roma, presso la Pontificia Università Lateranense, il 21 ottobre 2016. L'invito. La locandina.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale della CEI per il progetto culturale e sostenuto dai fondi dell'8xmille alla Chiesa cattolica, ha organizzato un incontro di studio sul tema "Chi è l’uomo?", a Milano, presso la Fondazione Ambrosianeum, il 7 e il 14 ottobre 2016. Il Programma.

Rassegna stampa: www.milanotoday.it - 3 ottobre 2016, SEFIRwww.chiesadimilano.it - 4 ottobre 2016, SEFIRAvvenire - 14 ottobre 2016 SEFIR.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale della CEI per il Progetto Culturale e sostenuto dai fondi dell'8xmille alla Chiesa cattolica, ha organizzato un "Incontro di approfondimento sui temi della Scuola SEFIR 2015 di Perugia", a Roma, il 16-17 aprile 2016. Il Programma.

SEFIR ha organizzato un convegno di studio sul tema "Comunicazione e comunicabilità", a Roma, presso l'Auditorium Antonianum, dal 21 al 23 gennaio 2016. Il Programma.

Rassegna stampa: Informazione.it, Istruzione e formazione – 26 gennaio 2016, SEFIRAvvenire, Attualità – 23 gennaio 2016, SEFIRwww.francoabruzzo.it – 21 gennaio 2016, SEFIRSIR – 20 gennaio 2016, SEFIRAvvenire, Agorà – 19 gennaio 2016, SEFIRRete Sicomoro, Teologia e cultura – 19 gennaio 2016, SEFIRInforma, RP e Comunicazione – 18 gennaio 2016, SEFIRLa Discussione, Cultura – 15 gennaio 2016, SEFIR.

Il gruppo Parole della scienza di SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un dibattito pubblico sul tema "Quel che i biologi pensano della luce", a Roma, presso la Pontificia Università Lateranense, il 23 ottobre 2015. Il programma-invito. La locandina.

Rassegna stampa: SIR - 15 ottobre 2015, SEFIR; Avvenire - 22 ottobre 2015, SEFIR; Sicomoro - 23 ottobre 2015, SEFIR.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato la Scuola di formazione e ricerca su "Aspetti delle dinamiche di apprendimento automatico, biologico e sociale", d'intesa con la Diocesi di Perugia, dal 21 al 24 giugno 2015 (Perugia - Centro Congressi dell'Hotel Giò). Il Bando e il Modulo di partecipazione.
 

SEFIR, in sinergia con la Specializzazione in Teologia Fondamentale della Facoltà di Sacra Teologia dell'Università Lateranense ed in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un incontro pubblico sul tema "La teologia tra scienza e fantascienza", a Roma, presso l'Università Lateranense - Aula Paolo VI, il giorno 15 aprile 2015. Manifesto ed invito.

Rassegna stampa: News.va - 16 aprile 2015; RomaSette - 16 aprile 2015Avvenire - 14 aprile 2015; Rete Sicomoro - 15 aprile 2015; SIR - 15 aprile 2015ScuolaInsegnanti.it - 15 aprile 2015; Aleteia. org - 23 marzo 2015SIR - 25 marzo 2015; Rete Sicomoro - marzo 2015https://www.facebook.com/EcclesiaMater?ref=bookmarks.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno di studio sul tema "Progresso scientifico e progresso umano", a Roma, presso l'Auditorium Antonianum, dal 22 al 24 gennaio 2015. Programma.

Rassegna stampa: Rete Sicomoro - 30 gennaio 2015; Avvenire, Agorà - 24 gennaio 2015; Avvenire, Agorà - 22 gennaio 2015; Repubblica, Scienze - 21 gennaio 2015; Avvenire, Agorà - 20 gennaio 2015; SIR - 19 gennaio 2015.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale e con il Dipartimento di Matematica e Fisica dell'Università Cattolica (sede di Brescia), ha organizzato a Brescia, il 28 novembre 2014, la presentazione del libro: S. Chibbaro, L. Rondoni, A. Vulpiani, REDUCTIONISM, EMERGENCE AND LEVELS OF REALITY, Springer 2014. Locandina.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un workshop internazionale in occasione del venticinquesimo anniversario della caduta del muro di Berlino, a Roma, dal 6 al 9 novembre 2014, sul tema SCIENCE AND CHRISTIAN FAITH IN POST-COLD WAR EUROPE: A COMPARATIVE ANALYSIS. Announcement.
 
Il gruppo Parole della scienza di SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un dibattito pubblico sul tema "Qualcosa che i fisici pensano della materia all'inizio del XXI secolo", presso la Pontificia Università Lateranense, il 24 ottobre 2014. L'Invito-Programma. La Locandina.

Rassegna stampa: "La scienza approda in parrocchia" - Rete Sicomoro - luglio 2014.
 
le fo SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato la Scuola di formazione e ricerca su "Aspetti pluri-disciplinari delle dinamiche di relazione multi-agente", d'intesa con la Diocesi di Perugia, dal 15 al 18 giugno 2014 (Perugia - Centro Congressi dell'Hotel Giò). Il Bando e il Modulo di partecipazione.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno di studio sul tema "Scienza come arte e arte come scienza", a Roma, presso l'Auditorium Antonianum, dal 23 al 25 gennaio 2014. Programma.

Il gruppo Parole della scienza di SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un dibattito pubblico sul tema "Aspetti del rapporto continuo - discreto nella filosofia e nella matematica dell'antichità", presso la Pontificia Università Lateranense, il 25 ottobre 2013. Programma.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato la Scuola di formazione e ricerca su "La Coscienza", d'intesa con la Diocesi di Perugia, dal 2 al 6 aprile 2013 (Perugia - Centro Congressi dell'Hotel Giò). Il Bando e il Modulo di partecipazione.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno di studio sul tema "Il futuro", a Roma, presso l'Auditorium Antonianum, dal 24 al 26 gennaio 2013. Programma.

Il gruppo Parole della scienza di SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un dibattito pubblico sul tema "La macchina universale di Turing, la relazione tra hardware e software, e i limiti della calcolabilità", presso la Pontificia Università Lateranense, il 26 ottobre 2012. Programma. Depliant.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato la Scuola di formazione e ricerca su "La Libertà", d'intesa con la Diocesi di Perugia, dal 10 al 14 aprile 2012 (Perugia - Centro Congressi dell'Hotel Giò). Il Bando e il Modulo di partecipazione.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno di studio sul tema "Le macchine parlano di noi", presso l'Auditorium Antonianum dal 26 al 28 gennaio 2012.
Programma.

Il gruppo Parole della scienza di SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un dibattito pubblico sul tema "Complessità e struttura", presso la Pontificia Università Lateranense il 25 novembre 2011.
Programma.

• Premio SEFIR Edizione 2011 (Bando e Scheda di partecipazione). Il vincitore del premio. Martedì 13 dicembre 2011, alle ore 16.30, nell'Aula del Senato Accademico della PUL, conferimento del Premio SEFIR Edizione 2011. Il Programma.
 

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno di studio sul tema "Intenzioni e fini", Roma 27 - 29 gennaio 2011. Programma.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un dibattito pubblico sul tema "Cambiamenti climatici e istanza etica", Roma 10 dicembre 2010.
Programma. Manifesto
.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno di studio sul tema "Scegliere razionalmente", Roma 28 - 30 gennaio 2010.
Programma.

• Premio SEFIR Edizione 2009 (
Bando e Scheda di partecipazione). Il vincitore del premio.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno di studio su "Le figure ecclesiastiche di fronte a Galilei", Roma 13 novembre 2009.
Programma.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno di studio su "La intelligibilità del reale", Roma 29 - 31 gennaio 2009.
Programma.

• Premio SEFIR Edizione 2008 (
Bando e Scheda di partecipazione). Il vincitore del premio
.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno di studio su "Scienze e sofferenza", Roma 31 gennaio e 1 - 2 febbraio 2008.
Programma.

• Premio SEFIR Edizione 2007 (Bando e Scheda di partecipazione). I vincitori del premio.

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno di studio su "Esseri umani - natura - Dio", Roma 25 - 27 gennaio 2007.
Informazioni e Programma
 

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno su "Istanze epistemologiche e ontologiche emergenti dalle scienze biologiche", Roma 13 - 15 luglio 2006. Informazioni e Programma

L'I.S.S.R. Ecclesia Mater, le aree di ricerca interdisciplinari SEFIR e TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, hanno organizzato due tavole rotonde su "La creatura senza il Creatore svanisce (GS 36)", Roma - 27 e 28 marzo 2006

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno su "Istanze epistemologiche e ontologiche emergenti dalle scienze informatiche", Roma 26 - 28 gennaio 2006. Informazioni e Programma

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno su "Istanze epistemologiche e ontologiche emergenti dalle scienze fisiche", Roma 7 - 9 luglio 2005. Informazioni e Programma

SEFIR, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un convegno su "Istanze epistemologiche e ontologiche emergenti dalle scienze matematiche", Roma 20 - 22 gennaio 2005. Informazioni e Programma

Scuola su "Interpretazione del reale: teologia, filosofia e scienze in dialogo", Roma 2 - 4 settembre 2004.  Informazioni e modulo di adesione
Informazioni e Programma
 
 
 
 
 
 
Collana Quaderni SEFIR (non più alimentata)

Quaderno SEFIR 1                                                               € 15,00
P. Coda – R. Presilla (a cura di), Interpretazioni del reale. Scienza, filosofia e teologia in dialogo, PUL-Mursia, Roma 2000
Il volume riporta gli atti dell’omonimo seminario di studi organizzato dal SEFIR presso la Pontificia Università Lateranense di Roma.
Il seminario di studi si è tenuto a Roma il 17 e 18 aprile 1999. L’obiettivo è stato quello di compiere una prima ricognizione sul tema, proponendo una panoramica sullo stato dell’arte nei tre ambiti disciplinari menzionati. Dopo i saluti di S. Em.za il Cardinal Camillo Ruini, presidente della CEI, e di S. Ec.za Mons. Angelo Scola, Rettore della PUL, il volume presenta l’introduzione di P. Coda, i tre interventi programmati (di G. Lorizio, P. Picozza e R. Presilla) e gli interventi di quanti, tra gli invitati, italiani e non, hanno preso la parola.
__________________
Quaderno SEFIR 2                                                               € 18,00
G. Prodi – M. Malaguti (a cura di), Memoria dell’origine. Percorsi sul tema della Creazione, PUL-Mursia, Roma 2001
Il volume si compone di dieci capitoli che raccolgono le riflessioni di altrettanti autori: Le scienze della natura: loro origine storica e loro valore. I rapporti con il mondo della fede (G. M. Prosperi),  Il mondo: creazione o assurdo? (S. Boffi),  Il divenire come creazione: riflessioni di un fisico (R. Ascoli), Scienza e meta scienza nello sviluppo e nella divulgazione della cosmologia fisica (S. Bonometto), Informazione ed evoluzione cosmologica (L. Secco), Cosmologia, scienza dell’Universo, scienza dell’uomo (F. Lucchin), Scienza e fede tra ieri e oggi (N. Dellaporta), Casualità e principio fondante (M. Malaguti), Dio non pensa. Egli crea (U. Regina), Dio e la creazione dal nulla. Una riflessione teologica (P. Coda).
__________________
Quaderno SEFIR 3                                                               € 16,00
G. Cicchese – S. Rondinara (a cura di), L’uomo e il cosmo tra Rivelazione e scienza, LUP, Roma 2003
Il volume riporta gli atti del seminario di studi su La visione del mondo e dell’uomo tra fede e scienze, organizzato dal SEFIR presso la Pontificia Università Lateranense di Roma.
Il lavoro seminariale, qui fedelmente riportato, risulta da un approfondimento della visione del mondo e della persona umana che scaturisce dall’interazione dialogica tra sapere scientifico e sapere della fede cristiana. Il testo si presenta come un utile riferimento per il tema antropologico e cosmologico, in un contesto culturale interessato alle implicazioni scientifiche dei saperi sul mondo umano e alla consapevolezza e necessità di cogliere la valenza umanistica del lavoro scientifico. Il volume contiene le relazioni di G. Lorizio. G. Tanzella-Nitti, S. Muratore, P. Coda, A. Staglianò, S. Rondinara, A. Strumia, G. Cicchese, A. Pettorossi, M. Solmavico, M. Ugaglia.
__________________
Quaderno SEFIR 4                                                               € 19,00
M. Uguaglia, Modelli idrostatici del moto da Aristotele a Galileo, LUP, Roma 2004
Lo studio che viene qui presentato è la risposta ad un invito a tenere un seminario sul concetto di horror vacui, all’interno del SEFIR. Essendosi l’indagine estesa oltre i limiti ragionevoli, i risultati della ricerca sono stati raccolti e proposti in forma del volume. In esso il problema dell’horror vacui viene inserito nel contesto più ampio delle teorie fisiche di Aristotele, delle quali l’autrice propone un’interpretazione originale, mettendone in evidenza l’origine idrostatica. Alla mancata comprensione di una tale origine vengono quindi ricondotti alcuni tra gli aspetti più problematici della tradizione aristotelica, tra i quali, appunto, il concetto di horror vacui.
Nella seconda parte del volume il problema viene indagato nel contesto della nascita della scienza moderna, con particolare riferimento alla riscoperta dell’idrostatica archimedea e del suo utilizzo da parte di Galileo.
__________________
Quaderno SEFIR 5                                                               € 15,00
G. Cicchese (a cura di), Intelligenza e linguaggio. Questioni e prospettive nel dialogo tra scienza e teologia, LUP, Roma 2004
Il volume riporta gli atti del seminario di studi su Intelligenza e linguaggio: questioni e prospettive nel dialogo tra scienza e teologia, organizzato dal SEFIR presso la Pontificia Università Lateranense di Roma. In questo volume si vuole mettere a fuoco, in prospettiva interdisciplinare, il significato e l’intenzionalità del linguaggio umano, nell’unità e, insieme, nella molteplicità delle sue espressioni. Dopo secoli di reciproca incomprensione e, anche, di esclusione tra i linguaggi utilizzati in teologia, in filosofia e nelle diverse scienze, sembra oggi maturare la possibilità di cogliere l’unità di fondo, nella pluralità di espressioni, dell’atto linguistico in grazia del quale l’uomo dice il reale, mentre la struttura e l’intenzionalità analogica e simbolica del linguaggio paiono riacquistare una centralità che da tempo sembrava perduta. Di qui due piste di ricerca: quella di una messa a punto storica e teoretica del rapporto tra il linguaggio della metafisica e quello delle scienze; e quella dell’indagine intorno al linguaggio in se’ considerato, nei suoi vari livelli d’emergenza e nelle sue varie forme d’espressione.
__________________
Quaderno SEFIR 6                                                               € 16,00
P. Coda (a cura di), La questione ontologica tra scienza e fede, LUP, Roma 2004
Il volume raccoglie gli atti del convegno Le implicazioni ontologiche dei saperi scientifici organizzato dal SEFIR presso la Pontificia Università Lateranense di Roma. L’obiettivo dei lavori, documentato in queste pagine, è stato quello di sollecitare alcune discipline scientifiche a mettere il luce le questioni di carattere ontologico emergenti dal seno stesso delle loro indagini. Senza con ciò comprometterne l’autonomia metodologica, ma invitandole a un dialogo costruttivo con quelle altre discipline, in particolare la filosofia e la teologia, che prendono a loro oggetto, pur con formalità diverse, le questioni che toccano il significato stesso della realtà e della sua molteplice interpretazione.
 
Il volume si apre con l’introduzione di P. Coda e seguono poi le relazioni: di G. Boffi su Il secolo d’oro della matematica, di A. Pettorossi su Computing as Experimental Thinking, di A. Strumia su Tracce di ontologia aristotelica nella fisica degli ultimi decenni, di L. Galleni su Biosfera ed evoluzione, di M. Buiatti su La vita fra ordine e libertà, di S. Boffi su Meccanica quantistica, statuto epistemologico della fisica e implicazioni ontologiche, di S. Muratore su Implicazioni ontologiche dei saperi scientifici. Questioni e prospettive nel dialogo tra scienza e teologia, di G. Tanzella-Nitti su Prospettive ontologiche e sapere scientifico. La visione di Tommaso d’Aquino,  di N. Bosco su  A. N. Whitehead. Per una ontologia organicistica e processuale, di P. Coda su  Ontologia trinitaria e sapere delle scienze.
__________________
Quaderno SEFIR 7                                                               € 16,00
G. Jacovitti - A. Pettorossi - R. Consolo - V. Senni (a cura di), Information: science and technology for the New Century, LUP, Roma 2007  
Information is considered to be a primary good whose production and exchange measure the level of development of human society. Information is also a novel key concept for the understanding of reality. In the year 2000 on the occasion of the Jubilee of the University Professor, a Conference on “Information: science and technology for the New Century” was held in Rome (Italy) with the objective of deepening the understanding of the notion of Information in complex structures, such as mathematical and logical theories, biological systems, cognitive systems, social and economical systems. This book presents the revised and updated contributions of the speakers at the Conference and introduces the reader to some recent developments and achievements for the understanding of the role of Information in the modern world.
 
Il volume raccoglie gli atti del convegno Information: Science and Technology for the New Century, tenutosi a Roma nel 2000 in occasione del Giubileo dei Professori universitari. Gli interventi sono stati riveduti e aggiornati conferendo così ai contenuti uno sguardo diacronico che racchiude e descrive un quinquennio di riflessioni e dibattiti scientifici sulla dimensione conoscitiva dell’informazione. A fare un bilancio delle più importanti acquisizioni, sono presenti le principali discipline che riguardano la informazione o ne utilizzano i concetti: la matematica, la scienza dei calcolatori, la teoria dell’informazione, l’intelligenza artificiale, la biologia, la neurologia, le scienze cognitive, la sociologia e la mediologia.
__________________
 
I volumi della collana Quaderni SEFIR possono essere acquistati contattando l’Area di Ricerca (SEFIRArea@gmail.com).
__________________
 
Collana Scienze e fede
 
 
Volume 1                                                                           € 19,50
D. Lambert, Scienze e teologia: figure di un dialogo, Città Nuova, Roma 2006
Spesso l’incontro tra le scienze e la teologia viene presentato in termini di conflitto, scontro o incomprensione, e la stessa storia, passata e presente, è costellata di contrapposizioni implicite o esplicite tra gli uomini di scienza e quelli di fede. Eppure, è sempre più impensabile che scienze e teologia si ignorino o non cerchino un possibile terreno d’incontro: e l’anello mancante non può essere che filosofico. Nel campo della matematica, dell’astrofisica, delle teorie evoluzioniste e della biologia sono in gioco scelte che richiedono un’ermenuetica della natura e dell’impegno etico delle scienze. Ed è in questa apertura che si riformula la questione teologica. Ripercorrendo il cammino dal Concilio Vaticano I all’enciclica di Giovanni Paolo II Fides et ratio, l’autore declina la teologia della creazione come teologia della “co-creazione”, proponendo un discernimento che rende giustizia alla “creazione da parte dell’uomo” facendo giustizia alla “creazione da parte di Dio”.
__________________
 
Volume 2                                                                           € 12,00
S. Rondinara (a cura di), Dio come Spirito e le scienze della natura. In dialogo con Wolfhart Pannenberg, Città Nuova, Roma 2008
Il volume riporta gli atti del seminario di studi organizzato dal SEFIR a Roma, presso la Pontificia Università Lateranense, con il professor Wolfhart Pannenberg, docente emerito di Teologia sistematica e Teologia ecumenica nella facoltà di teologia evangelica dell’Università di Monaco di Baviera, noto per la sua apprezzata opera teologica e per essere originalmente entrato in dialogo con autorevoli membri della comunità scientifica internazionale formulando loro domande teologiche. La relazione del professor Pannenberg e la trascrizione del dibattito seminariale qui riportate sono precedute da alcuni saggi con l’intento di introdurre il lettore al pensiero e alle opere del teologo tedesco, favorendo così una più efficace comprensione del suo pensiero.
__________________
          
Volume 3                                                                              € 22,00
R. Presilla - S. Rondinara (a cura di), Scienze fisiche e matematiche. Istanze epistemologiche e ontologiche, Città Nuova, Roma 2010
Il volume raccoglie i contributi esposti in due convegni realizzati dall'area di ricerca SEFIR, rispettivamente su Istanze epistemologiche e ontologiche delle scienze matematiche e Istanze epistemologiche e ontologiche delle scienze fisiche. I due eventi, pensati e realizzati come parti integranti di un unico programma di ricerca interdisciplinare, hanno espresso l’intenzione di sollecitare alcuni esponenti delle scienze matematiche e fisiche a mettere in luce questioni e temi di carattere epistemologico e ontologico che emergono nel loro procedere conoscitivo e stabilire un dialogo costruttivo con altre discipline che toccano anch’esse il significato del reale quali la filosofia e la teologia. In un panorama culturale sempre più sensibile alla relazione sinergica tra scienze naturali e teologia si offre al lettore questo testo nella convinzione di poter stimolare e arricchire la propria personale riflessione.
___________________
Volume 4                                                                                € 28,00
G. Cicchese - A. Pettorossi - S. Crespi Reghizzi - V. Senni (a cura di), Scienze informatiche e biologiche epistemologia e ontologia, Città Nuova, Roma 2011


Il volume raccoglie i contributi esposti in due convegni realizzati dall’area di ricerca SEFIR, rispettivamente su Istanze epistemologiche e ontologiche delle scienze informatiche e Istanze epistemologiche e ontologiche delle scienze biologiche. I due eventi, pensati e realizzati come parti integranti di un unico programma di ricerca interdisciplinare, hanno espresso l’intenzione di sollecitare alcuni esponenti delle scienze informatiche e biologiche a mettere in luce questioni e temi di carattere epistemologico e ontologico che emergono nel loro procedere conoscitivo e stabilire un dialogo costruttivo con altre discipline che toccano anch’esse il significato del reale quali la filosofia e la teologia. In un panorama culturale sempre più sensibile alla relazione sinergica tra scienze naturali e teologia si offre al lettore questo testo nella convinzione di poter stimolare e arricchire la propria personale riflessione.
          ____________________
 
 Volume 5                                                                                  € 18,00
S. Rondinara (ed.), L'intelligibilità del reale. Natura, uomo e macchina, Città Nuova, Roma 2013

Il presente volume raccoglie i contributi più significativi presentati in tre convegni realizzati dall’area di ricerca SEFIR, tra il 2007 e il 2009, rispettivamente su Esseri umani – natura – Dio; Scienze e sofferenza  e  La intellegibilità del reale. I tre eventi, pensati e realizzati come parti integranti di un unico programma di ricerca interdisciplinare, hanno voluto esprimere da un lato il tentativo di fare un bilancio del lavoro svolto nei precedenti anni dall’area di ricerca e dall’altro rilanciare mediante un opportuno approfondimento alcune tematiche appena sfiorate o non ancora toccate sino allora. Lo scopo è stimolare alcuni esponenti dell’ambito tecnologico, delle scienze naturali, del sapere filosofico e teologico ad evidenziare, secondo la propria prospettiva, questioni e temi circa l’intelligibilità del reale.  In un panorama culturale sempre più sensibile alla relazione sinergica tra scienze naturali e teologia si offre al lettore questo testo nella convinzione di poter stimolare e arricchire la propria personale riflessione.
____________________

Volume 6                                                                                    € 18,00

              S. Rondinara (ed.), Scelte razionali, intenzionalità, fini, Città Nuova, Roma 2014

Il presente volume raccoglie i contributi più significativi presentati in due convegni realizzati dall’area di ricerca SEFIR, tra il 2010 e il 2011, rispettivamente su Scegliere razionalmente e Intenzioni e fini. I due eventi, pensati e realizzati come parti integranti di un unico programma di ricerca interdisciplinare, sono stati pensati e realizzati secondo una duplice finalità: stimolare la riflessione e il dibattito fra ricercatori in varie discipline su due caratteri distintivi dell’essere personale quali le scelte razionali e la ricerca di scopi e fini sia a livello personale che sociale; e approfondire le due direttrici tematiche anche nel campo naturale fisico e biologico. In un panorama culturale sempre più sensibile all’interdisciplinarità e alla relazione sinergica tra scienze naturali e teologia si offre al lettore questo testo nella convinzione di poter stimolare e arricchire la propria personale riflessione.

________________________

Volume 7                                                                                    € 18,00

               G. Cicchese (ed.), Macchine e futuro. Una sfida per l'uomo, Città Nuova, Roma 2015

Il rapporto tra scienze naturali, tecnologia e futuro, un dialogo multidisciplinare. In un’epoca in cui si rivela sempre più inscindibile, e al contempo problematica, la relazione tra essere umano, tecnica/tecnologia e futuro si offre al lettore questo testo nella convinzione di poter stimolare e arricchire la propria personale riflessione e il dibattito tra ricercatori in varie discipline sul rapporto con le macchine e con il tempo, declinato nella dimensione del futuro. Il saggio raccoglie i contributi più significativi presentati in due convegni realizzati dall'area di ricerca SEFIR tra il 2012 e il 2013, rispettivamente su Le macchine parlano di noi e Il futuro.

________________________

Volume 8                                                                                    € 18,00

      S. Rondinara (ed.), Le scienze tra arte, comunicazione e progresso, Città Nuova, Roma 2017
Il volume raccoglie i contributi più significativi  elaborati nei lavori dell’area di ricerca SEFIR (Scienza e Fede sull’Interpretazione del Reale) e presentati in successivi convegni organizzati dalla stessa area di ricerca su: Scienza come arte e arte come scienza; Progresso scientifico e progresso umano; Comunicazione e comunicabilità. I tre eventi, parti integranti di un unico programma di ricerca interdisciplinare, sono stati pensati e realizzati allo scopo di stimolare la riflessione e il dibattito fra docenti e ricercatori in varie discipline su alcuni caratteri distintivi dell’attività scientifica quali la sua vicinanza all’attività artistica, il suo contributo alla comunicazione e al processo di sviluppo umano. In un panorama culturale sempre più sensibile all’interdisciplinarità e alla relazione sinergica tra scienze naturali e teologia si offre al lettore questo testo nella convinzione di poter stimolare e arricchire la propria personale riflessione.

 

 I volumi della collana Scienze e fede possono essere acquistati in libreria o contattando l’Area di Ricerca (SEFIRArea@gmail.com).

        ______________________

Collana e-book Parole della Scienza
 
E-book 1                                                                                     € 2,99
 
      M. Bernardoni - S. Rondinara (a cura di), Teoria, modello, Città Nuova, Roma 2015
A fronte di linguaggi e metodi altamente settoriali, devenuti "inaccessibili" ai non addetti ai lavori, la possibilità di una conoscenza del reale passa per l'esercizio del dialogo rispettoso tra i saperi e le competenze diverse, nel quale ci si deve anzitutto intendere sul significato delle parole utilizzate. Nasce da questo sforzo il presente volume che cerca di aiutare a chiarire le differenze e le analogie di significato attribuito alle parole Teoria e Modello nell'ambito sia delle scienze "dure" che della scienze umanistiche.
 
 
E-book 2                                                                                     € 2,99
 
      M. Bernardoni - S. Rondinara (a cura di), Continuo, discreto, Città Nuova, Roma 2016
A fronte di linguaggi e metodi altamente settoriali, divenuti "inaccessibili" ai non addetti ai lavori, la possibilità di una conoscenza del reale passa per l'esercizio del dialogo rispettoso tra i saperi e le competenze diverse, nel quale ci si deve anzitutto intendere sul significato delle parole utilizzate. A tale proposito il gruppo di studio Parole della Scienza di SEFIR, costituito stabilmente da una ventina tra scienziati, filosofi e teologi impegnati a riflettere sull’utilizzo di certo vocaboli comuni tanto nel discorso scientifico quanto in quello filosofico e teologico, affronta annualmente una coppia di termini di volta in volta diversi. Questo volume raccoglie gli articoli scritti da alcuni membri del gruppo sui termini Continuo e Discreto.

 

Gli e-book della collana Parole della Scienza possono essere acquistati nelle principali librerie on-line.

 
SCIENCE AND CHRISTIAN FAITH IN POST-COLD WAR EUROPE

(di Giandomenico Boffi e Marijan Sunjic, eds.)

This book contains most of the contributions given at the International workshop  twenty-five years after  the fall of the Berlin Wall that took place in Rome, 6-9 November, 2014, with the title SCIENCE AND CHRISTIAN FAITH IN POST-COLD WAR EUROPE: A COMPARATIVE ANALYSIS. The workshop was organized by SEFIR and by SGSS, a study group  at the University of Zagreb, in cooperation with Servizio Nazionale per il Progetto Culturale.

Il testo è il quarto volume della collana “Ecclesia Mater. Studi e ricerche”, nata da un accordo editoriale con Lateran University Press e diretta dal Preside e Vice-Preside pro-tempore dell’Istituto Ecclesia Mater. Può essere acquistato in libreria o contattando l’Area di Ricerca (SEFIRArea@gmail.com).

__________________
 
 
EDIZIONE ANNOTATA DEGLI SCRITTI MATEMATICI DI ANTONIO ROSMINI

(di Monica Ugaglia)

Il volume contiene il frutto di un progetto d’indagine promosso dall’area di ricerca SEFIR dell’ISSR Ecclesia Mater. SEFIR (Scienza e fede sull’interpretazione del reale) da quasi vent’anni offre un qualificato luogo di incontro e dialogo a teologi, filosofi, storici della scienza e cultori di svariate discipline quali la matematica, l’informatica, la fisica, la chimica, la biologia, l’ingegneria, etc. In tale contesto non sorprende l’interesse per il rapporto che ha avuto con la matematica una figura significativa come quella di Rosmini.

Il testo è il decimo volume della collana “Ecclesia Mater. Studi e ricerche”, nata da un accordo editoriale con Lateran University Press e diretta dal Preside e Vice-Preside pro-tempore dell’Istituto Ecclesia Mater. Può essere acquistato in libreria o contattando l’Area di Ricerca (SEFIRArea@gmail.com).

          __________________

 

La teologia tra scienza e fantascienza

(di Giandomenico Boffi, ed.)

Come ogni scienza, la teologia – accanto a momenti di analisi rigorosa – ha bisogno di tutto quel che ispira lo studioso a pensare percorsi nuovi. Fantascienza e genere fantasy esprimono esigenze profonde dell’animo contemporaneo che il teologo può e deve intercettare. Se ne parlò nell’affollato convegno che ha motivato la redazione di questo volumetto, convegno organizzato dall’area di ricerca SEFIR dell’ISSR Ecclesia Mater e dalla Specializzazione in Teologia fondamentale della Facoltà di Teologia della Pontificia Università Lateranense.

Il testo fa parte della collana “Le Lanterne” (edita dalla Lateran University Press), nata con lo scopo di fornire sussidi pratici, agevoli e spunti di riflessione per illuminare tematiche importanti della vita ecclesiale e culturale.

Può essere acquistato on-line dal sito http://e-lup.com/, oppure in libreria o contattando l’Area di Ricerca (SEFIRArea@gmail.com).

Locandina, Comunicato stampaFoto della presentazione del testo il 15 giugno 2016.

__________________
 
 
 
Nuova Civiltà delle Macchine
Rivista trimestrale di analisi e critica
 
Fascicolo monografico su Caso e Probabilità
 
Anno XXVII – n° 1 – gennaio/marzo 2009
I contributi pubblicati in questo numero vedono interloquire matematici, fisici, biologi, filosofi e teologi a conferma della validità dell’idea ispiratrice della Rivista: l’unità di fondo dei momenti scientifici ed umanistici del sapere.
Questo fascicolo monografico, dedicato a Caso e Probabilità, nasce da una iniziativa comune, Parole della Scienza, tra l’Associazione Nuova Civiltà delle Macchine di Forlì e l’Area di Ricerca SEFIR.
 

Fascicolo monografico su Esperienza, Misura e Verifica
 
Anno XXVII – n° 4 – ottobre/dicembre 2009
Questo fascicolo monografico, dedicato a Esperienza, Misura e Verifica, nasce da una iniziativa comune, Parole della Scienza, tra l’Associazione Nuova Civiltà delle Macchine di Forlì e l’Area di Ricerca SEFIR.
 

Fascicolo monografico su Le fonti della scelta
 
 
Anno XXVIII – n° 4 – ottobre/dicembre 2010
Questo fascicolo monografico, dedicato a Le fonti della scelta, nasce da un seminario a porte chiuse dell'Area di Ricerca SEFIR, svoltosi a Roma nel gennaio 2010, sul tema Scegliere razionalmente.
 

Fascicolo su Irreversibilità e trasformazione. Un dialogo tra fede e ragione
 
 
Anno XXX – n° 1 – gennaio/marzo 2012
Questo fascicolo, dedicato a Irreversibilità e trasformazione, nasce da un seminario a porte chiuse dell'Area di Ricerca SEFIR, svoltosi a Roma.
 

Fascicolo su Complessità
 
 
Anno XXX – n° 4 – ottobre/dicembre 2012
L’idea di dedicare la parte monografica di questo fascicolo al tema della complessità è nata da un evento su Complessità e Struttura tenutosi a Roma il 25 e 26 novembre 2011.
 
 

La Rivista può essere acquistata contattando l'Area di Ricerca (SEFIRArea@gmail.com).
 
 

 

24/07/2017 torna su

 Progetto di ricerca

 La Spiritualità della Riforma

 

In vista della memoria dei cinquecento anni della Riforma protestante (1517-2017) il Servizio Nazionale per gli Studi Superiori di Teologia e Scienze Religiose della Conferenza Episcopale Italiana promuove un progetto di ricerca e didattica interfacoltà, finalizzato a

1. attivare corsi comuni e seminari di ricerca per specializzandi e dottorandi nelle rispettive facoltà, favorendo a tale scopo una collaborazione didattica tra i vari docenti dei diversi atenei;

2. promuovere e bandire borse di studio per giovani ricercatori delle facoltà teologiche su tematiche attinenti la Riforma;

3. stabilire un programma in vista di un simposio finale, preparato con progetti di ricerche comuni da parte dei componenti del gruppo; ricerche che potrebbero essere via via pubblicate nelle riviste scientifiche dei vari atenei coinvolti.

Se lo scopo del progetto è anzitutto la preparazione e la celebrazione del V centenario della Riforma, tuttavia il suo intento più ampio è di continuare, anche dopo il 2017, questo lavoro di ricerca e di promozione di studi sulla Riforma, interconfessionale e di interfacoltà.

Gli ambiti contenutistici di tali ricerche sono stati individuati sostanzialmente in due direzioni diverse ma interagenti fra loro:

1. l’ambito storico (così da coinvolgere anche i vari Dipartimenti di storia delle Università statali e non), volto ad approfondire i “significativi mutamenti” di metodo, analisi e valutazione su personaggi ed eventi del XVI secolo che la storiografia degli ultimi cento anni ha introdotto; questa precisa attenzione alla storia parte anche dalla sensazione che tale “evoluzione” storiografica non trovi adeguato peso e ascolto nei tradizionali manuali delle facoltà teologiche.

2. l’ambito teologico con particolare attenzione alla dimensione esistenziale, spirituale e pastorale della teologia secondo la visione di Lutero e degli altri riformatori; una teologia, quindi, non tanto “di scuola”, ma a livello di vita e di comunità, e in tal senso pastorale, elaborata e finalizzata alla formazione (“ri-forma”) costante dei singoli credenti e della Chiesa alla luce del Vangelo:

* nella spiritualità biblico-patristica (rapporto Parola/chiesa),

* nella spiritualità liturgica (sacerdozio comune/ministero ecclesiale),

* nella spiritualità della croce (theologia crucis),

* nella spiritualità del simul iustus et peccator,

* nella spiritualità della vita concreta e dell’azione (esperienza credente e testimonianza confessante nel mondo).

Gruppo di lavoro: Giuseppe Lorizio (coordinatore scientifico, PUL), Antonio Sabetta (direttore amministrativo PUL), Fulvio Ferrario e Lothar Vogel (Facoltà di Teologia Valdese di Roma), Angelo Maffeis (Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale di Milano), Hubertus Blaumeiser (Istituto Universitario Sophia di Loppiano), Stefano Cavallotto (Università di Roma Tor Vergata e PUL), Stefan Tobler (Università di Sibiu), Roberto Giraldo e Michele Cassese (Istituto San Bernardino, Venezia), Lubomir Zak (PUL).

I corsi da attivare presso le specializzazioni della Facoltà di Teologia della PUL potrebbero configurarsi secondo la seguente scansione:

   2015-16: Corso comune: La spiritualità della Riforma I: Teologia e spiritualità della croce

Approccio storico-storiografico: Prof. Lothar Vogel

Approccio teologico evangelico: Prof. Fulvio Ferrario

Approccio teologico cattolico: Prof. Lubomir Zak

Il corso si terrà al I semestre il mercoledì VII e VIII ora (H. 15:45-17:30).

 

   2016-17: Spiritualità e teologia del paradosso simul justus et peccator;

   2017-18: Spiritualità della Riforma nella testimonianza confessante e nell’agire ecclesiale.

  

 

Per ulteriori informazioni è possibile contattare:

e-mail spiritualita.riforma@gmail.com
fax 06 69886280
sito web www.ecclesiamater.org
 

 

 

07/07/2016 torna su

Progetto di ricerca

 Fides et Ratio:
la sinfonia tra fede e ragione vent'anni dopo

 

STATUS QUAESTIONIS
Il 14 settembre 2018, Festa della Esaltazione della Santa Croce, cade il ventesimo anniversario dalla pubblicazione della Lettera Enciclica «Fides et Ratio. Circa i rapporti tra fede e ragione» firmata da San Giovanni Paolo II (1920-2005). È il più esteso documento della Chiesa Cattolica dedicato al compito della filosofia e ai suoi rapporti con la ricerca della verità. Due sono i fuochi dell’elisse che strutturano l’Enciclica. Con il primo si riconosce l’esistenza di una vocazione originaria del pensiero filosofico nella ricerca della verità e una corrispondente capacità della ragione a sviluppare un pensiero autenticamente metafisico, in grado cioè di assurgere dal fenomeno al fondamento. Tale ricerca, che condivide i medesimi interrogativi del miglior pensiero religioso dell’umanità, non resta frustata: pur con le sue oggettive difficoltà, essa può giungere a conclusioni certe, sebbene parziali, al di là del flusso mutevole della storia e del linguaggio. Il secondo fuoco dell’elisse, ammette esserci una circolarità tra fede e ragione, tra Rivelazione e filosofia. La Rivelazione ricorda alla filosofia di osare nella ricerca del vero, segnalandole al contempo l’esistenza di risposte, provenienti dalla fede, che certamente la superano, ma vanno anche sorprendentemente incontro a quanto essa intravede e verso cui aspira. La ragione, da parte sua, permette di comprendere ciò di cui la Rivelazione parla e di riconoscere il suo messaggio salvifico come messaggio significativo per l’uomo, per tutti gli uomini. Ciò a prescindere se, nel suo discorso su Dio, la teologia faccia uso di quelle filosofie costitutivamente aperte all’assoluto e alla trascendenza, evitando di poggiarsi su sistemi di pensiero debitori allo storicismo, al relativismo e allo scetticismo. «Fides et Ratio» [FR] chiama in causa la reciproca relazione sussistente tra filosofia e teologia fondamentale, quest’ultima nel duplice senso di scienza teologica «di frontiera», e di teologia deputata alla ricerca del fondamento ultimo del/sul poter parlare di Dio oggi.
 
OGGETTO DELLA RICERCA E OBIETTIVI
- L’Enciclica «Fides et Ratio» si colloca nell’arco di ben tre pontificati: Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco. Soprattutto si colloca nel passaggio dal II al III millennio dell’èra cristiana o, espresso in termini formali, dal passaggio, secondo alcuni, dalla postmodernità alla tardomodernità dopo i fatti dell’11 settembre 2001 e il conseguente scenario di instabilità strutturale creatosi in capo al presente e al futuro;
- non vi è dubbio che il concetto di «ratio» («recta ratio») utilizzato dall’Enciclica rimane valido. Tuttavia in questi vent’anni è senz’altro cambiato l’interpretazione del concetto di «Vernunft» (ragione), sia per lo spostamento da essa subìto, essendo stata fatta scivolare dal “dominio antropologico” a quello del “dominio virtuale”, per gli addetti ai lavori da una «ragione attivamente dialogica», a una «ragione passivamente bloggata», sia per la saldatura, operata da Benedetto XVI in più occasioni, tra «logos» che Gesù Cristo è, e la «ragione» («Vernunft» anche in accezione kantiana);
- «Fides et Ratio» tiene conto di una certa concezione di postmodenità che si potrebbe definire “classica” perché da sola impostasi nella tripletta Cartesio-Kant-Hegel. In questi vent’anni, tuttavia, e soprattutto dopo la Beatificazione di Antonio Rosmini (2007) risulta sempre meglio sporgere anche l’altra tripletta: Pascal-Leibniz-Rosmini (FR n. 74). Ora se la prima ha originato un certo concetto di «modernità», e quindi di postmodernità, ampi scenari si possono aprire se viene effettivamente presa in considerazione la seconda che, evidentemente, sta veicolando un’altra – e più antropologicamente spendibile – idea di post-modernità;
- dal punto di vista sia teologico-fondamentale che filosofico, il pontificato di Benedetto XVI ha aperto delle positive e piuttosto innovative «fessure teoretiche» circa i rapporti tra fede e ragione di cui stiamo soltanto e appena intravedendo all’orizzonte i bagliori che essi susciteranno: la già menzionata saldatura tra «logos-Gesù Cristo» e «ratio», il discorso all’università di Ratisbona, quindi, la rilettura operata da «Verbum Domini» su «Dei Verbum» là dove si perlustra l’importanza della comunicabilità – anche con adeguati strumenti filosofici – della Parola di Dio, et cetera. Senza dimenticare «Lumen Fidei» ed «Evangelii Gaudium» di papa Francesco. Insomma, dopo vent’anni lo scenario su cui si dovrebbe leggere «Fides et Ratio» è cambiato ben oltre il passaggio da un millennio all’altro.
Date queste finalità gli obiettivi che si vorrebbero raggiungere sono tre: a) laboratori di studio interdisciplinare, con almeno una sessione mensile, dove studenti e docenti siano convolti a riscrivere il ventennio fin qui intercorso; b) elaborazione di un concetto di «verità cristologica» che sia comprensibile sia alla teologia che alla filosofia, soprattutto per appassionare i giovani a questa sinfonia; c) celebrazione di un congresso internazionale conclusivo nella Pontificia Università Lateranense nell’autunno del 2018.
 
Comitato Scientifico
- Prof. Giuseppe Lorizio, Presidente del Comitato Scientifico, Pontificia Università Lateranense;
- Prof. Gianluigi Pasquale, Coordinatore del Progetto, Pontificia Università Lateranense;
- Prof. Antonio Sabetta, Pontificia Università Lateranense;
- Prof. Giovanni Salmeri, Università “Tor Vergata”, Roma;
- Prof. Adriano Ardovino, Università “Gabriele d’Annunzio”, Chieti-Pescara;
- Prof. Pierluigi Valenza, Università “Sapienza”, Roma.
 
ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO
Gli strumenti di lavoro saranno:
a) seminari di ricerca coordinati da docenti cooptati di volta in volta dal Comitato Scientifico (CS), ricerca e studio delle fonti pregresse che hanno portato alla firma di FR, entrambi svolti assieme agli studenti;
b) coinvolgimento degli studenti delle quattro università di riferimento;
c) stesura di elaborati scritti preliminari.
 
Data l’imminenza del XX Anniversario (14 settembre 2018), si propongono almeno due blocchi di lavoro:
a) aprile-dicembre 2017
b) gennaio-giugno 2018
Il progetto si conclude con la celebrazione presso la Pontificia Università Lateranense di un congresso internazionale sulla Fides et ratio, vent’anni dopo, dove si mostrano i risultati raggiunti e, coinvolgendo ulteriori docenti, le prospettive future per la teologia in Italia e in Europa.
Il primo risultato che ci si prefigge è quello di responsabilizzare i giovani studenti al sapore di rendere ragione della loro fede nel contesto odierno, creando quella passione per la teologia e, quindi, per la cristologia «pensata», che, nello scenario anche non strettamente ecclesiale, per analogia trova oggi una forte polarizzazione nell’aumentato interesse per la filosofia.
Sono previste due ordini di pubblicazioni:
a) degli elaborati più significativi prodotti dagli studenti, almeno nella forma di articolo in una rivista;
b) degli Atti del congresso internazionale finale (autunno 2018).

 

Per ulteriori informazioni è possibile contattare:
e-mail
progetto.fidesetratio@gmail.com
fax
06 698 86280
sito web
www.ecclesiamater.org

 

07/09/2017 torna su

Progetto di ricerca

Il contributo delle neuroscienze
e delle nuove tecnologie informatiche
all'antropologia d'ispirazione cristiana


[Non attivo]
 

La circostanza che ha reso possibile l’idea di mettere in piedi il progetto di ricerca è stata la partecipazione all’incontro promosso dalla CEI il 9 settembre 2013 sul tema del convegno ecclesiale di Firenze del 2015. Tale convegno metterà a tema l’umanesimo in rapporto alla figura di Cristo, “uomo nuovo” (cf. Ef 4,24; GS 22), un ambito molto complesso, che chiede di essere indagato da diversi punti di vista: storico-culturale, filosofico-antropologico, pedagogico-pastorale, etico, teologico.

Il punto prospettico nel quale intendiamo collocarci è quello di riflettere sull’uomo oggi alla luce di quegli elementi nuovi che soprattutto dalle scienze sperimentali stanno emergendo negli ultimi anni e che stanno mutando l’immagine che abbiamo dell’uomo. Non quindi solo il dato filosofico culturale sul post-umano e la crisi della visione tradizionale della persona, ma soprattutto il dato positivo delle scienze dal quale occorre necessariamente partire perché si abbia sufficiente consapevolezza di cosa si intenda quando si dice “uomo” da tutti i punti di vista.

In questo senso l’intento è quello di far interagire filosofia e teologia, bioeticisti e teologi, in un confronto diretto con quanto neuroscienze, nuove tecnologie, intelligenza artificiale ecc. per far luce sul mistero dell’uomo. Quando parliamo di caratteristiche dell’umano come coscienza, libertà, corporeità, artificialità, quanto la ricerca scientifica impone oggi un ripensamento di queste categorie o quanto meno un loro ricentramento?

In un particolare momento storico in cui le scienze assurgono il ruolo di interpretare il reale e la riflessione filosofico-teologica tende a ignorare il dato, diventa urgente una riflessione sintetica che non trascuri nulla di quanto il sapere umano nelle sue molteplici espressioni riesce a dire sull’uomo. Tutto questo diventa fondamentale anche per aver chiara la destinazione cristologica dell’uomo. Se la Chiesa ripete con Gaudium et spes che “solamente nel mistero del Verbo incarnato trova vera luce il mistero dell’uomo” è necessario che ci sia chiarezza su chi sia l’uomo, perché si intenda adeguatamente quel compimento cristologico che conferisce pienezza di senso alla persona umana.

Il progetto è pensato con un’articolazione biennale:

-  nel I anno (2014) si studierà soprattutto il dato delle neuroscienze e le sue ricadute antropologiche in riferimento ad alcune tematiche molto sensibili come libertà, coscienza, moralità;

-  nel II anno (2015) la riflessione si concentrerà soprattutto sul rapporto uomo-macchine mettendo a tema l’intelligenza artificiale, il naturale e l’artificiale.

La modalità di lavoro del gruppo coinvolto nel comitato del Progetto è rappresentata da seminari di studio, eventi pubblici e una pubblicazione che raccolga i frutti del progetto.

La finalità del progetto si esprimerà in una pubblicazione conclusiva nella quale offrire elementi per un ripensamento dei trattati di antropologia filosofica e di antropologia teologica così come sono insegnati nelle facoltà filosofiche e teologiche.

Ciascun membro del Comitato si impegnerà a coinvolgere nel progetto giovani ricercatori del loro ambito specifico di lavoro.

 

Comitato Scientifico

 

-  Prof. Giuseppe Lorizio, docente ordinario di Teologia Fondamentale, Pontificia Università Lateranense (direttore scientifico);

-  Prof. Antonio Sabetta, docente incaricato di Metodologia Teologica, Pontificia Università Lateranense (coordinatore e direttore amministrativo);

-  Prof.ssa Maria Grazia Marciani, direttore U.O.C. Neurologia, Policlinico “Tor Vergata”, Roma;

-  Prof. Angelo Montanari, docente ordinario di Computer Science, Università di Udine;

-  Prof.ssa Maria Grazia Pazienza, docente ordinario di Intelligenza Artificiale, Università “Tor Vergata”, Roma;

-  Prof. Adriano Pessina, docente ordinario di Filosofia Morale e direttore del Centro di Bioetica, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano;

-  Prof. Augusto Vitale, dipartimento di Biologia cellulare e Neuroscienze, Istituto Superiore di Sanità, Roma;

P. Marco Staffolani.



Per ulteriori informazioni è possibile contattare:

e-mail     progetto.neuroscienze.EM@gmail.com

fax          06 69886280
sito web  www.ecclesiamater.org

07/07/2016 torna su

Progetto di ricerca
 
Le radici teologiche del Concilio Vaticano II
 
 [Non attivo]
 
Status quaestionis:
 
Il pensiero teologico che si è espresso nei documenti del Concilio Ecumenico Vaticano II, ha avuto certamente una sua maturazione nei decenni precedenti allo svolgimento del Concilio stesso. Insigni teologi, principalmente tramite i loro scritti, hanno indirettamente preparato la cultura e la forma mentis che sono poi confluite nelle discussioni conciliari.
Si può notare che la ampia letteratura storico-critica sul Concilio Vaticano II manca di una rassegna o raccolta antologica specifica proprio di quei testi così rilevanti. Pubblicati all’epoca spesso non senza un impatto forte nella comunità accademica ed ecclesiale, oggi sono di fatto totalmente dimenticati, tanto da essere ignorati anche dalla letteratura scientifica.
 
Oggetto della ricerca:
 
Può essere così articolato:
o   studio a ritroso a partire dai documenti conciliari, per risalire fino alle fonti teologiche ad essi sottese; 
o   individuazione di figure significative (cardinali, vescovi, periti…) che hanno contribuito a far nascere e sviluppare il pensiero teologico e la cultura che il Concilio ha espresso;
o   ricostruzione dello sfondo culturale pre-conciliare sul quale le nuove idee si sono trovate a sorgere;
o   individuazione di testi teologici rilevanti (con preferenza per quelli delimitati cronologicamente tra gli anni ’30 e ’60 del XX sec. e che abbiano un carattere sintetico ed incisivo rispetto al pensiero del loro autore).
 
Motivi per cui si propone la ricerca:
 
Oltre a un indubbio valore teologico e storiografico, la ricerca potrebbe costituire un contributo sia all’arricchimento della coscienza ecclesiale contemporanea, sia in vista dell’imminente celebrazione del cinquantesimo anniversario dello svolgimento dell’intero Concilio (1962-1965/2012-2015).
 
Obiettivi:
 
Una pubblicazione antologica, in più volumi tematici (il cui numero sarà stabilito in base agli sviluppi della ricerca) di saggi teologici attualmente inediti o difficilmente reperibili, selezionati secondo i criteri sopra esposti.
 
- Enti coinvolti:
 
ISSR “Ecclesia Mater” della PUL.
Pontificia Università Lateranense, Facoltà di Sacra Teologia, Specializzazione in Teologia Fondamentale.
Università degli studi Roma 2 Tor Vergata, dipartimento di Filosofia, cattedra di Storia del pensiero teologico.

 
- Gruppo di lavoro:

Prof. Giuseppe Lorizio, coordinatore della Specializzazione in Teologia Fondamentale, Pontificia Università Lateranense (direttore del progetto);
Prof. Francesco Cosentino, Istituto Superiore di Scienze Religiose Ecclesia Mater (codirettore del progetto);
Prof.ssa Sandra Mazzolini, Pontificia Università Urbaniana;
Prof. Giovanni Salmeri, Università degli Studi di Roma Tor Vergata;
Prof. Paolo Trianni, Pontificia Università Gregoriana;
Prof. Antonio Sabetta, Pontificia Università Lateranense;

Giacomo Cardinali, Pontificia Università Lateranense;
Francesco Panizzoli, Pontificia Università Lateranense (segretario del progetto).
 

 
Articolazione del progetto:
 
1.      Costituzione e insediamento del comitato scientifico inter-universitario (Pontificia Università Lateranense e Università di Roma Tor Vergata) e inter-disciplinare (ISSR Ecclesia Mater, Facoltà di Sacra Teologia e Dipartimento di Filosofia dell’Università di Roma Tor Vergata). Individuazione di ulteriori possibili collaborazioni.
2.      Individuazione, a partire dai documenti conciliari, delle principali tematiche teologiche da approfondire (in particolare quelle cui sono dedicate le quattro Costituzioni dogmatiche e altre ancora da stabilire).
3.      Spoglio sistematico di:
o    Acta et Documenta Concilio Oecumenico Vaticano II apparando
o   Acta sinodalia Sacrosanti Concilii Oecumenici Vaticani II
o   G. Alberigo, Storia del Concilio Vaticano II, vol 1-5.
o   Concilii Vaticani II Synopsis.
4.      Redazione di un elenco dei principali protagonisti dei lavori conciliari con relativa bibliografia, dalla quale selezionare i titoli che si ritengono significativi (tra questi protagonisti, particolar attenzione andrà posta ai teologi periti impegnati nella stesura dei documenti).
 

Per ulteriori informazioni è possibile contattare:
 
email               radici.VATICANO2@gmail.com
fax                  06 69886280
sito web           www.ecclesiamater.org
 

04/09/2014 torna su

Teologia, Filosofia, Scienze Umane (TFS)

[Non attivo]

Introduzione
 
“La legge morale naturale appartiene al grande patrimonio della sapienza umana, che la Rivelazione, con la sua luce, ha contribuito a purificare e sviluppare ulteriormente. La legge morale naturale, di per sé accessibile ad ogni creatura razionale, indice le norme prime ed essenziali che regolano la vita morale. Sulla base di tale legge si può costruire una piattaforma di valori condivisi, intorno ai quali sviluppare un dialogo costruttivo con tutti gli uomini di buona volontà e, più in generale, con la società secolare. Oggi, in conseguenza della crisi della metafisica, in molti ambienti non si riconosce più una verità iscritta nel cuore di ogni persona umana. Si assiste quindi, da una parte, alla diffusione tra i credenti di una morale di carattere fideista e, dall’altra, viene a mancare un riferimento oggettivo per le legislazioni, che spesso si basano soltanto sul consenso sociale, così da rendere sempre più difficile giungere ad un fondamento etico comune a tutta l’umanità. Nelle lettere encicliche Veritatis Splendor e Fides et Ratio ho voluto offrire elementi utili a riscoprire, tra l’altro, l’idea della legge morale naturale. Purtroppo, questi insegnamenti non sembra siano stati recepiti finora nella misura auspicata e la complessa problematica merita ulteriori approfondimenti. Vi invito pertanto a promuovere opportune iniziative allo scopo di contribuire ad un rinnovamento costruttivo della dottrina sulla legge morale naturale, cercando anche convergenze con rappresentanti delle diverse confessioni, religioni e culture”. (GIOVANNI PAOLO II, Discorso alla Sessione Plenaria della Congregazione per la Dottrina della Fede, in L’Osservatore Romano, sabato 7 febbraio 2004, 5.)
 
 
Le finalità dell’Area di Ricerca
 
L’Area di ricerca “Teologia Filosofia Scienze umane” (TFS) svol­ge la sua attività mediante seminari che seguono una loro speci­fica metodologia di lavoro. La finalità dei seminari è quella di promuovere percorsi di dialogo e interdisciplinarietà tra i saperi della teologia e delle scienze umane. I seminari promuovono in modo particolare la ricerca della verità dell’uomo, attraverso studi che perseguono l’unità del sapere, senza riduttivismi epistemologici.
 
 
Le tematiche dell’Area di Ricerca

Le tematiche dei seminari di studio sono collocate nell’ambito delle iniziative del Servizio Nazionale per il Progetto Culturale della Conferenza Episcopale Italiana, in modo particolare quelle attinenti i problemi e le prospettive della questione antropologica.
 
I seminari di studio sono aperti a giovani docenti, dottorandi, ricercatori e prevedono due sessioni residenziali.
 
È prevista la pubblicazione delle ricerche dei seminari e degli atti dei convegni.
 
Attualmente il Direttore dell’Area di ricerca è il Prof. I. Sanna, il Segretario Esecutivo è il Prof. A. Sabetta, il Comitato è composto dai Proff. A. Ardovino, R. Cipriani, R. Cuccurullo e F. Posabella

 


Come contattare l'area TFS

Posta cartacea: TFS
                          Ecclesia Mater
                          Piazza S. Giovanni in Laterano, 4
                          00184   Roma

Posta elettronica: TFSArea@gmail.com
                             tfs@vicariatusurbis.org

 


I nostri programmi


1) 2010/11

L'etica crossmediale: quale etica della comunicazione?

La rete e la solitudine globale.

 

2) 2011/12

La centralità del soggetto nell'attività didattica.

La persona tra l'etica, il diritto e la psicologia.

 

3) 2012/13

Laicità e padronanza della propria esistenza.

Diritti di cittadinanza ed eguaglianza sostanziale.

I seminari di studio sono aperti a giovani docenti, dottorandi, ricercatori e prevedono due sessioni residenziali.

E' prevista la pubblicazione delle ricerche dei seminari e degli atti dei convegni.

 


TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un Seminario di studio su "Laicità e padronanza della propria esistenza". Roma 6 e 7 luglio 2012, Casa Bonus Pastor (Via Aurelia n. 208). Programma

TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un Seminario di studio su "Tecnica e umanità". Roma 20 e 21 gennaio 2012, Casa Bonus Pastor (Via Aurelia n. 208). Programma


TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un Seminario su "La centralità del soggetto nell'attività educativo-didattica". Roma 28 e 29 giugno 2011, Casa Bonus Pastor (Via Aurelia n. 208). Programma


TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un Seminario su "L'era crossmediale: problemi e risorse". Roma 21 e 22 gennaio 2011, Casa Bonus Pastor (Via Aurelia n. 208). Programma


TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un Seminario su "L'era crossmediale: problemi e risorse". Roma 2 e 3 luglio 2010, Casa Bonus Pastor (Via Aurelia n. 208). Programma


TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un Seminario su "I fondamentalismi e le semplificazioni identitarie". Roma 22 e 23 gennaio 2010. Programma

TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un Seminario su "Le facce della globalizzazione". Roma 4 e 5 settembre 2009.
Programma


TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un Seminario su "Biotecnologie e biodiritto: conflitto o integrazione tra il naturale e l'artificiale". Roma 23 e 24 gennaio 2009.
Programma

TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un Seminario su "La dignità: fondamento e prospettive". Roma 30 giugno e 1° luglio 2008. Programma

TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un Seminario su "Antropologia a confronto: problemi aperti". Roma 19 - 20 gennaio 2007. Programma

TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un Seminario su "L'incontro delle civiltà. Dai fondamentalismi al dialogo". Roma 24 - 25 novembre 2006. Programma

L'I.S.S.R. Ecclesia Mater, le aree di ricerca interdisciplinari SEFIR e TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, hanno organizzato due tavole rotonde su "La creatura senza il Creatore svanisce (GS 36)". Roma - 27 e 28 marzo 2006

TFS, in collaborazione con il Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, ha organizzato un Seminario su "La qualità della vita umana". Roma 20 - 21 gennaio 2006. Programma

I Seminari del biennio 2005-2006
 

05/06/2014 torna su

clicca qui per aprire il sommario